Mirko Reccolani

Salute e Benessere: le 5 regole per vivere felici

La grande differenza tra Salute e Benessere, anche se sembrano termini molto simili, la possiamo riassumere con un esempio.

Immaginate la parola Salute, composta da diverse sottocategorie, come: salute mentale, salute fisica, salute spirituale ecc. Anche il Benessere ha diverse sottocategorie, tra le quali appunto la salute, la stabilità economica, l’avere un lavoro, una casa ecc.

Quindi, viene da se che la Salute è solo una parte del contenuto del Benessere.

L’OMS ( Organizzazione mondiale della sanità ) definisce la parola  Salute  come “uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale”. Link

Ora, siamo tutti a conoscenza del fatto che è molto difficile far sì che questi 3 elementi si incastrino alla perfezione, e quindi, il concetto assolutistico di Salute possiamo tranquillamente dire che è un’utopia.

Quello che possiamo fare però, per cominciare a cambiare qualcosa nella nostra vita ed avere anche dei piccoli miglioramenti che ci porteranno successivamente ad ottenere dei grandi risultati, è iniziare, anche in piccolissime dosi, a seguire 5 regolette.

Queste regole, le avrete sicuramente già sentite migliaia e migliaia di volte, ma quello che andrò a specificare è come iniziare piano piano ad approcciarsi a questi cambiamenti, senza impatti drastici.

Vi garantisco che, osservando queste istruzioni, nel giro di due settimane sentirete già un netto benessere. Provare per credere!

1- Varia il più possibile le scelte alimentari

Salute e Benessere

Avere un apparato gastrointestinale che funziona bene ha molta rilevanza su tanti sistemi corporei. Per esempio, molte persone sono inconsapevoli del fatto che un cattivo funzionamento delle componenti viscerali può portare dei problemi alla schiena.

Immaginate tutto il pacchetto intestinale che è avvolto da una fascia, il Mesentere, il quale si va ad attaccare alla parte lombare, dalla prima alla quinta vertebra, come una busta, i cui manici vanno ad aggrapparsi alla colonna. I problemi intestinali, quindi, andranno necessariamente a portare delle tensioni alla schiena tramite connessioni fasciali.

Variare la tua alimentazione porterà sicuramente dei grandi benefici a tutto ciò.

Scegli, inoltre, cibi di stagione, il più possibile freschi, e ruotali in maniera di non rimangiarli prima che siano trascorsi 4 giorni dalla precedente assunzione.

In questo modo si vanno progressivamente a ridurre anche i fenomeni di intolleranza alimentare.

Aumenta il consumo di cibi alcalinizzanti ( frutta, verdura, frutta secca, mandorle e tanti altri ), al fine di ripristinare la riserva alcalina del corpo che viene esaurita per il 70% dallo stress.

Infine, rispetta il più possibile la Cronobiologia alimentare, cioè gli orari ideali di assunzione dei cibi: Frutta fuori dai pasti e soprattutto la mattina, Cereali e Legumi prevalentemente a pranzo, Proteine animali prevalentemente a cena, Verdura pranzo e cena, cruda a inizio pasto e cotta alla fine.

2- Migliora la qualità del sonno e del riposo

Salute e Benessere

Non è detto che, per essere riposati, bisogna dormire 8 ore. Si può dormire 10 ore e svegliarsi distrutti, come dormire 6 ore e svegliarsi riposati. Ciò che davvero conta è la qualità del sonno e del riposo.

Nella società di oggi è in costante aumento il cosiddetto fenomeno del ” debito di sonno” dovuto ai troppi stimoli esterni ( TV, internet, rumori etc ) che manomettono i bioritmi del sonno e, a lungo andare, generano costante spossatezza e stress che a loro volta possono portare patologie anche gravi.

Andate a dormire almeno mezz’ora dopo aver spento la tv o guardato il cellulare, evitando inoltre ogni forma di inquinamento acustico e facendo 5 minuti di respirazione diaframmatica. Inspiro gonfiando la pancia, espiro sgonfiando la pancia. Vedrete che la mattina vi sveglierete più riposati del solito.

3- Svolgi attività fisica costante

Salute e Benessere

Con i ritmi che molto spesso ci impone la società, è molto difficile riuscire a praticare un po’ di movimento in modo costante, tenendo conto che molte persone sono anche dei soggetti abbastanza pigri.

Facciamo un semplice calcolo: Una settimana è composta da 168 ore, delle quali, in media, 56 ne passiamo a dormire e 56 a lavorare. Rimangono così altre 56 ore.

Ora, tolte le ore da dedicare alla famiglia e ad attività extra, non posso pensare che non si trovi 1 ora e mezza totale a settimana per praticare un po’ di movimento “ sano “.

E per movimento sano non intendo quello che facciamo a lavoro o a casa mentre laviamo il pavimento o saliamo le scale per stendere i panni.

Prenditi 3 mezz’ore a settimana per fare l’attività fisica che ti piace iniziando, per esempio, semplicemente a camminare.

In questo modo il tuo cuore diventerà più forte, la funzione cerebrale migliorerà, i tuoi muscoli li sentirai più tonici e soprattutto verranno rilasciate le endorfine dal tuo organismo. Queste sostanze interagiscono con i recettori del cervello per ridurre la percezione del dolore e innescano una sensazione di felicità nel tuo corpo che è accompagnata da una visione più positiva della vita.

4- Coltiva i rapporti sociali

Salute e Benessere

Relazionarsi positivamente con gli altri migliora qualitativamente la tua vita e la tua salute.

E’ importante avere persone con cui confidarsi, saper chiedere aiuto ed esprimere i propri bisogni.

Sono stati fatti molti studi a riguardo, ed è emerso che le persone felici passano più tempo con gli altri e hanno quindi una rete di connessioni sociali più ricca.

Le ricerche dimostrano, inoltre, che anche il solo fatto di parlare con una persona sconosciuta può migliorare il nostro umore.

Prova a fare, ogni giorno, una nuova conoscenza, chiacchierando anche per pochi minuti con una persona.

Dedica tempo, ogni settimana, a parlare con un tuo amico.

Coltivare la gentilezza è una pratica che aiuta tantissimo il corpo e la mente, e puoi farlo aiutando un tuo collega o chiunque si trovi in difficoltà.

5- Impara qualcosa di nuovo

Salute e Benessere

Il cervello, quando noi immettiamo delle nuove informazioni, genera dei nuovi pensieri e dei nuovi punti di vista, spronandoci ad agire in modo nuovo e magari aggiustando il tiro su quello che già facciamo: un nuovo pensiero può cambiarci la vita.

Una nuova cosa imparata è uno strumento potentissimo che possiamo usare sia professionalmente e sia nella vita di tutti i giorni.

Per esempio immaginate l’impatto di sapere una nuova lingua.

Le informazioni che immagazziniamo generano in noi delle reazioni, espandono la nostra percezione e di conseguenza noi stessi.

Le nuove conoscenze allenano la nostra immaginazione, che avrà più stanze nelle quali espandersi e crescere.

Ricavate anche soli 10 minuti al giorno dedicati unicamente ad imparare.

Leggendo 5 libri di uno stesso argomento si finisce per conoscerlo meglio del 95% della popolazione mondiale.

Vi piace esplorare ogni giorno un campo totalmente nuovo? Wikipedia ha la funzione “ una voce a caso “.

Ci sono poi corsi, mostre, nuovi sport. Insomma, assicuriamoci di imparare qualcosa ogni giorno.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Approfondisci

Articoli correlati

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file
(cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire
il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report
sull’utilizzo della navigazione (cookie di statistica) e per pubblicizzare
adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo
utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o
meno i cookie statistici e di profilazione
. Abilitando questi cookie, ci aiuti a
offrirti un’esperienza migliore
.